Tag: arte Pagina 1 di 2

Tra sogni e speranze ecosostenibili

Il progetto “Cultura Open Source. Laboratori, arte e cultura in libertà” dell’Associazione Set Me Free, patrocinato dal Comune di Giugliano in Campania, quest’anno viene avvalorato dalla partecipazione dell’istituto cilentano “Teodoro Gaza”, per costruire cultura, contesti educativi sostenibili e di socializzazione sempre nuovi: quaranta alunni saranno ospitati a Giugliano per un momento educativo e di convivialità – “TRA SOGNI E SPERANZE” – con la messa in atto di buone pratiche sull’alimentazione, sui prodotti locali e sui rifiuti e di tecniche artistiche.

A maggio saranno gli alunni delle scuole giuglianesi ad essere ospitati a San Giovanni a Piro: gli alunni del Teodoro Gaza contraccambieranno, sempre attraverso l’apprendimento tra pari, con la condivisione di nuove pratiche ecosostenibili. L’ecologia, la terra dei fuochi, il parco nazionale del Cilento, il riuso e riciclo, il recupero della manualità, le risorse creative, i prodotti locali saranno la cornice all’interno della quale avverranno gli scambi e i laboratori, con l’intento di sviluppare una coscienza ed una cultura ecologica e di salvaguardia dell’ambiente che consenta di avviare un processo di crescita sociale collettiva ed ecosostenibile.

Un sogno, una speranza che diventano un obiettivo non utopico grazie alla convergenza tra la mission dell’associazione e la forte spinta innovativa che il dirigente scolastico Maria De Biase ha saputo in questi anni imprimere con nuove metodologie e pratiche scolastiche. Da un lato abbiamo lo scempio ambientale della terra dei fuochi, dall’altro un gioiello naturalistico campano: Giugliano e San Giovanni a Piro. Il sogno, la speranza è che le terre martoriate dall’inquinamento invertino la rotta, mentre quelle non offese da insostenibili antropizzazioni continuino ad essere salvaguardate.

Giornata dell’Arte e della Cultura

locandina giornata arte e cultura (2) (1)-page-0

Locandina (clicca sull’immagine)

Giochi psicologici di gruppo, riutilizzo e riciclo dei materiali, attività ludico-educative, lettura e scrittura creativa, arti espressive, compostaggio e orti sinergici, libri, socialità sono i temi che da gennaio a maggio 2015 hanno contraddistinto la quarta edizione del progetto “Cultura Open Source” Laboratori,arte e cultura in libertà dell’associazione Set Me Free. Patrocinato dal Comune di Giugliano, in collaborazione con le scuole elementari del primo e del settimo circolo didattico e con la scuola media Cante, ha previsto settantadue incontri suddivisi in due cicli. Ogni ciclo di laboratori si conclude con un evento culturale pubblico in cui viene restituito alla cittadinanza il lavoro svolto. Il ciclo di laboratori effettuato, dopo la realizzazione della parata e della festa in piazza svoltasi nei giorni del Carnevale (un corteo irriverente e festoso che ha attraversato le vie del centro di Giugliano con musica, maschere e colori, il tutto costruito nei laboratori in piazza e nelle scuole a partire da materiale di riciclo), culminerà nella Giornata dell’Arte e della Cultura il 5 e 6 giugno 2015 dalle 18:30 alle 21:00 presso le strutture del primo circolo didattico. La manifestazione finale prevede una rappresentazione teatrale intolata “‘O ‘mbruoglie d’e llengue”, breve commedia in tre atti più prologo ed epilogo, sul tema dell’unità linguistica italiana nella fase post-risorgimentale. La realizzazione di questa commedia è il frutto di laboratori pedagogico-teatrali costruiti con le quinte elementari del I Circolo Didattico di Giugliano. Importante il numero dei piccoli protagonisti, che assomma a 145 unità. Inoltre ci sarà l’esposizione dei lavori di pittura prodotti dagli allievi durante i laboratori, verranno visitati gli orti sinergici costruiti con il fondamentale apporto di Piero Napolano e consegnato il giornale redatto. La rappresentazione, in cui si sostanzieranno i laboratori teatrali, musicali e di danza è stata organizzata in collaborazione con l’associazione Napoli Capitale (direttore teatrale Guido Taglialatela, direttore musicale Piero Napolano). L’evento è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza: è sufficiente prenotarsi inviando un’email.

Un Ponte Oltre i Muri

“OLTRE I MURI” è un progetto itinerante al quale noi di SET ME FREE abbiamo collaborato con i laboratori rivolti ai ragazzi ospiti presso strutture rieducative residenziali e semiresidenziali per minori a rischio di devianza sociale, ai giovani maggiorenni in misura detentiva domiciliare. Laboratori culminati poi nella partecipazione alla pitturazione dei murales realizzati alla stazione metropolitana di Chiaiano.

Ideato dall’associazione “LET’S THINK-LIVING AN IDEA” al fine di promuovere l’integrazione sociale tra minori a rischio, diversamente abili e società civile, “Oltre i Muri” nasce dalla sinergia di artisti e volontari per rispondere al bisogno civico di realizzare progetti culturali educativi,artistici, che siano spunto di riflessione sia per chi li realizza sia per chi li vede realizzati. Un modo alternativo di vivere la strada, i luoghi e i non luoghi della periferia, della città in cui si vive, si lavora, si pensa.

Rivolto ai ragazzi ospiti presso strutture rieducative residenziali e semiresidenziali per minori a rischio di devianza sociale, ai giovani maggiorenni in misura detentiva domiciliare e ai diversamente abili, il programma OLTRE I MURI mira a promuovere la cultura dell’integrazione sociale, della legalità, cittadinanza attiva,solidarietà, non violenza, salvaguardia ambientale, progresso etico, attraverso lo scambio, in rete, sinergico, delle risorse peculiari dei soggetti coinvolti (associazioni, cooperative, scuole, organizzazioni pubbliche e private) col supporto degli enti locali.

L’arte diventa lo strumento di socializzazione e rivendicazione dei diritti umani nel rispetto della diversità culturali, fisiche e ambientali. L’estro dei minori e dei diversamente abili, guidati da artisti riconosciuti professionalmente dall’associazione LET’S THINK, diventa la forma di comunicazione sociale per veicolare ed esprimere tali valori.

Pagina 1 di 2

Powered by WordPress - Associazione di Promozione Sociale Set Me Free