Tag: riuso Pagina 1 di 2

Tra sogni e speranze ecosostenibili

Il progetto “Cultura Open Source. Laboratori, arte e cultura in libertà” dell’Associazione Set Me Free, patrocinato dal Comune di Giugliano in Campania, quest’anno viene avvalorato dalla partecipazione dell’istituto cilentano “Teodoro Gaza”, per costruire cultura, contesti educativi sostenibili e di socializzazione sempre nuovi: quaranta alunni saranno ospitati a Giugliano per un momento educativo e di convivialità – “TRA SOGNI E SPERANZE” – con la messa in atto di buone pratiche sull’alimentazione, sui prodotti locali e sui rifiuti e di tecniche artistiche.

A maggio saranno gli alunni delle scuole giuglianesi ad essere ospitati a San Giovanni a Piro: gli alunni del Teodoro Gaza contraccambieranno, sempre attraverso l’apprendimento tra pari, con la condivisione di nuove pratiche ecosostenibili. L’ecologia, la terra dei fuochi, il parco nazionale del Cilento, il riuso e riciclo, il recupero della manualità, le risorse creative, i prodotti locali saranno la cornice all’interno della quale avverranno gli scambi e i laboratori, con l’intento di sviluppare una coscienza ed una cultura ecologica e di salvaguardia dell’ambiente che consenta di avviare un processo di crescita sociale collettiva ed ecosostenibile.

Un sogno, una speranza che diventano un obiettivo non utopico grazie alla convergenza tra la mission dell’associazione e la forte spinta innovativa che il dirigente scolastico Maria De Biase ha saputo in questi anni imprimere con nuove metodologie e pratiche scolastiche. Da un lato abbiamo lo scempio ambientale della terra dei fuochi, dall’altro un gioiello naturalistico campano: Giugliano e San Giovanni a Piro. Il sogno, la speranza è che le terre martoriate dall’inquinamento invertino la rotta, mentre quelle non offese da insostenibili antropizzazioni continuino ad essere salvaguardate.

Cultura Open Source. Laboratori, arte e cultura in libertà 2016: i diritti son per tutti, tra sogni e speranze

Il progetto “Cultura Open Source. Laboratori, arte e cultura in libertà”, patrocinato dal Comune di Giugliano, giunge alla sua quinta edizione: come per gli anni passati l’Associazione Set Me Free bandisce il carnevale con la partecipazione di scuole, associazioni, collettivi e singoli cittadini. Le piazze e le strade del centro storico si riempiranno di centinaia di bambini e ragazzi, colori, arte e creatività. Cominciati i laboratori in piazza e nelle scuole, in collaborazione con i circoli didattici primo, terzo e settimo, con la scuola media “Cante” e con la partecipazione dell’istituto cilentano “Teodoro Gaza”, per costruire cultura, contesti educativi sostenibili e di socializzazione sempre nuovi. Gli obiettivi si concretizzeranno in una parata di carnevale, in uno scambio culturale sul pensare e sul fare ecosostenibile e in una giornata dedicata all’arte e alla cultura locale.

Per la realizzazione del primo evento, sono tre gli incontri in Piazza Gramsci e diciannove quelli previsti nelle scuole, tra cui uno scambio culturale organizzato, grazie alla disponibilità del dirigente scolastico Maria De Biase vincitrice del Civi Europaeo Premiun, con l’istituto comprensivo Teodoro Gaza di San Giovanni a Piro del Parco Nazionale del Cilento: quaranta alunni saranno ospitati il 29 gennaio al primo circolo didattico con la partecipazione del settimo circolo per un momento educativo e di convivialità – “TRA SOGNI E SPERANZE” – con la messa in atto di buone pratiche sull’alimentazione, sui prodotti locali e sui rifiuti e di tecniche artistiche che contribuiranno anche alla preparazione della quarta edizione del Carnevale, un corteo irriverente e festoso che, il 5 febbraio 2016, con partenza alle 10:30 da Piazza Gramsci, attraverserà le vie del centro con musica, maschere e colori, il tutto costruito nei laboratori in piazza e nelle scuole a partire da materiale di riciclo. A maggio saranno gli alunni delle scuole giuglianesi ad essere ospitati nel cilentano: gli alunni del Teodoro Gaza contraccambieranno, sempre attraverso l’apprendimento tra pari, con la condivisione di nuove pratiche ecosostenibili. L’ecologia, la terra dei fuochi, il parco nazionale del Cilento, il riuso e riciclo, il recupero della manualità, le risorse creative, i prodotti locali saranno la cornice all’interno della quale avverranno gli scambi e i laboratori.

Per quanto riguarda le maschere carnevalesche, saranno imperniate quest’anno sul tema dei diritti civili e dell’espressività. “I DIRITTI SON PER TUTTI” il titolo della parata, in un momento storico che propone a più livelli negazione di diritti e disuguaglianza: non abbiamo altro modo che invertire la rotta costruendo nuovi modi di pensare e di agire nel mondo; parteciperanno le associazioni Napoli capitale, Soul palco, Illimitarte e i Bidonvillarik, Paranze della tammurriata giuglianese e la Polisport Giugliano; direttore artistico Marco Matta. Dall’esperienza dei laboratori liberi in strada e dalla rete di cittadini, associazioni, scuole che operano sul territorio, attraverso la trasformazione di materiali di riciclo in oggetti d’arte, strumenti musicali, scenografie e tutto ciò che fa carnevale, nei laboratori in piazza e nelle scuole costruiremo insieme la parata del Carnevale 2016. Al corteo di carnevale è invitata a partecipare tutta la cittadinanza, le scuole, le associazioni e tutti coloro i quali ne condividono i temi e lo spirito irriverente e festoso.

Per la creazione della GIORNATA DELL’ARTE E DELLA CULTURA progettati incontri laboratoriali nelle piazze (tre quelli in programma, sempre a Piazza Gramsci) e nelle scuole (programmati quarantadue incontri in totale su teatro, musica, orti e compostiere, scrittura creativa).

I laboratori in piazza sono liberi ed aperti a tutti, ed oltre ad essere un momento educativo e di arte per i bambini ed i ragazzi, sono anche occasione di confronto e scambio, dove ognuno può dare il proprio contributo di idee, di invenzione e creatività.

Giornata dell’Arte e della Cultura

locandina giornata arte e cultura (2) (1)-page-0

Locandina (clicca sull’immagine)

Giochi psicologici di gruppo, riutilizzo e riciclo dei materiali, attività ludico-educative, lettura e scrittura creativa, arti espressive, compostaggio e orti sinergici, libri, socialità sono i temi che da gennaio a maggio 2015 hanno contraddistinto la quarta edizione del progetto “Cultura Open Source” Laboratori,arte e cultura in libertà dell’associazione Set Me Free. Patrocinato dal Comune di Giugliano, in collaborazione con le scuole elementari del primo e del settimo circolo didattico e con la scuola media Cante, ha previsto settantadue incontri suddivisi in due cicli. Ogni ciclo di laboratori si conclude con un evento culturale pubblico in cui viene restituito alla cittadinanza il lavoro svolto. Il ciclo di laboratori effettuato, dopo la realizzazione della parata e della festa in piazza svoltasi nei giorni del Carnevale (un corteo irriverente e festoso che ha attraversato le vie del centro di Giugliano con musica, maschere e colori, il tutto costruito nei laboratori in piazza e nelle scuole a partire da materiale di riciclo), culminerà nella Giornata dell’Arte e della Cultura il 5 e 6 giugno 2015 dalle 18:30 alle 21:00 presso le strutture del primo circolo didattico. La manifestazione finale prevede una rappresentazione teatrale intolata “‘O ‘mbruoglie d’e llengue”, breve commedia in tre atti più prologo ed epilogo, sul tema dell’unità linguistica italiana nella fase post-risorgimentale. La realizzazione di questa commedia è il frutto di laboratori pedagogico-teatrali costruiti con le quinte elementari del I Circolo Didattico di Giugliano. Importante il numero dei piccoli protagonisti, che assomma a 145 unità. Inoltre ci sarà l’esposizione dei lavori di pittura prodotti dagli allievi durante i laboratori, verranno visitati gli orti sinergici costruiti con il fondamentale apporto di Piero Napolano e consegnato il giornale redatto. La rappresentazione, in cui si sostanzieranno i laboratori teatrali, musicali e di danza è stata organizzata in collaborazione con l’associazione Napoli Capitale (direttore teatrale Guido Taglialatela, direttore musicale Piero Napolano). L’evento è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza: è sufficiente prenotarsi inviando un’email.

Pagina 1 di 2

Powered by WordPress - Associazione di Promozione Sociale Set Me Free